Il silenzio dei partiti bocciati in politica estera – Corriere della Sera


Corriere della Sera

Il silenzio dei partiti bocciati in politica estera
Corriere della Sera
Le cose da fare erano chiare: conservare le alleanze, partecipare all'integrazione europea. La politica estera italiana, quel poco di politica estera autonoma che era possibile, si giocava «ai margini»: per esempio, con i giri di valzer dell'Eni di ...